Nuova recensione: Tre vite, tre nel mondo: Dieci miglia dei fiori di pesco 22.12.2017



Perché esiste l’Universo, miliardi di stelle, milioni di mondi, mille galassie? Perché noi veniamo in questo mondo? Nati in agonia? Capire tutto, perdonare tutti, chiudere tutte gestalt. Se destinato, di incontrare l’amore, crescere i bambini. Ecco gli eroi di questo film cercano la verità, amano, soffrono, vanno insieme da vita in vita, di incarnarsi di nuovo e di nuovo.

Arrivata prima del cinema cinese, che guarda, secondo le statistiche, quattro miliardi di persone. Passata con trionfi. Adattamento cinematografico del romanzo Tang Qi Гунцзы «Dieci miglia dei fiori di pesco» è stato scelto da me dopo mesi di lettura di recensioni entusiastiche in tutti i miei friend feed. Per la prima volta non mi è piaciuta la prima serie e l’ho lasciato. Ma poi ha deciso di dare una serie di possibilità e di andare fino in terza serie, inoltre, di conoscere persone che hanno condiviso il calore inizierà con la decima serie. Non essere ingannato. Di serie con la quinta ho già smesso di dormire la notte.

Primo tempo per abituarmi all’cinese pronuncia — l’abbondanza frizzante consonanti male percezione. La seconda difficoltà, come al solito, ha dimostrato di essere la voce. Voce femminile con sinusite cronica e maschile, strano pronunciare la parola «per favore» lettera «°». Alla terza serie mi sono abituata e anche cominciato a trovare questo incredibile voce maschile brezza piacevole. Poi mi sono proprio persa la trama, che voce, in generale, ha cessato di avere valore.

Gli antichi dei del Clan della Volpe Qian Bai e dei Clan Celesti E Hua incontrano reciprocamente, il rinascere di vita in vita. Povero uomo deve ogni volta abusare recalcitrante amata, nutrire e tenere la casa. E poi ha su di lui e l’educazione dei figli se ne vada. E lui dopo tutto, ancora un caso di importanza nazionale, e ‘ il futuro Sovrano del mondo! E la ragazza, conosci te stesso, saltando sulle nuvole e alberi, una coda di volpe onde, sì combatte con i fantasmi con l’aiuto magico ventaglio di giada di purezza. E come sono chic litigano, l’uomo vale davanti all’ingresso di casa sotto la pioggia per sette giorni e sette notti! Semplicemente stupenda.

Incredibile il ripensamento di personaggi. La famiglia del protagonista è un analogo rodney personaggio di Ben Stiller della commedia «Conoscente mi presenti i tuoi?». Ricordate, questo magico per tutta la testa un paio di Dustin Hoffman e Barbra Streisand? L’amore libero, hippie e tutto il resto? Qui è lo stesso! L’umorismo di là. Quando la famiglia del protagonista — nonno celeste sovrano con harem e zii — conservatori, pronto a inchiodare per il mancato rispetto dei riti e delle regole. I due si incontrarono di solitudine. Che ha lavorato di fantasia supera il limite. E ancora la coppia — la piccola principessa volpi e forse un vecchio dio Дидзюнь bianco con i capelli? Lolita fuma nervosamente dietro l’angolo. E subdoli stronza regina dei fantasmi e la seconda moglie celeste principe? Ecco dove la violenza. In generale, tutti i personaggi hanno consegnato.

Ricordate, a 90 ° per cavo indicato favoloso il film italiano «la Grotta della rosa d’oro»? Bello e romantico, con i costumi? Mi ha ricordato. Solo i cinesi aggiunto sensualità. Non per niente le pesche e il numero tre nel titolo. C’è una vecchia erotica libro «un Ramo di pesco. Tre trattato sull’amore». Nonna adeguamento ricordano. Mentre guardavo la serie tv, ho sentito una sensazione, che hanno nel proprio lei.

Se amate fiabe, amore e vuole riposare l’anima — questo è il film per voi.



Nuova recensione: Tre vite, tre nel mondo: Dieci miglia dei fiori di pesco 22.12.2017