Nuova recensione: Tito – il sovrano di Roma 27.12.2017



Oh gente! Progenie di coccodrilli! I. F. Schiller

Quattordici omicidi, trenta quattro cadaveri, tre mozzate le mani, uno tagliato la lingua per non parlare di uno stupro di gruppo e sotto la tenda, il cannibalismo è una lista di horror, costituiscono la prima tragedia di Shakespeare, «Tito Andronico», la più sanguinosa delle sue opere, in cui ha «переиродил di Erode». Periodo: высокородном generale, sotto il comando di cui le truppe romane cestinato dopo la pesante anni di guerra dell’esercito è pronto. Dopo aver perso sui campi di battaglia di 20 dei suoi figli-guerrieri, il trionfo torna di Tito a Roma, portano in una cella di regina pronto, Тамору e tre i suoi figli, i suoi trofei di guerra. Nonostante le suppliche Таморы, Tito portare in sacrificio agli dei, suo figlio maggiore. In tal modo egli avrebbe messo in moto una reazione a catena perfidi e crudeli atti di vendetta, di omicidi e violenza.

La tragedia è stato un successo tra i suoi contemporanei di Shakespeare, ma a poco a poco, è diventato considerato come il peggiore spettacolo migliore del mondo drammaturgo, semplificata, assurda e ridicola. Con il passare del tempo, hanno cominciato a considerare come giovanile tentativo di Shakespeare nel genere della tragedia di vendetta, molto popolare in Елизаветинскую era. Inserendo l’azione di «Tito» in Roma Antica, ha colto l’soggetti mitologici dell’Antica Grecia. Uno di loro — la leggenda di una giovane ragazza Филомеле, a cui s’basse passione marito di sua sorella maggiore. Утолив lussuria, ha tagliato infelice lingua, per lei nessuno ha detto del suo crimine. Un’altra fonte è diventato un mito mortale odio, inimicizia e la lotta per il potere tra i due fratelli, Атреем e Фиестом.

La popolarità di «Tito» in un’epoca di Elisabetta può essere spiegato dal fatto che il suo bisogno di guardare, e di non leggere. Nel corso della sua carriera Shakespeare è stato, in primo luogo, teatrale, nome d’arte di un personaggio e poi scrittore. Legata alla parola di stampa, incredibilmente накаленная atmosfera ascolti sembra ridicolo, e questo perde durante la lettura di un maturo opere del drammaturgo. Mad stesso макабрический carnevale, che è stato la presentazione del «Tito» sul palco, ha gli spettatori in ожившее azione, che hanno causato una reazione сопричастия indubbio drammaticità di ciò che sta accadendo, la rapidità e la determinazione della trama. Primal popolarità ha cominciato a tornare alla «Tito Андронику» solo negli ultimi decenni del nostro tempo, in gran parte grazie, incredibilmente luminoso, декадентски gourmet, анархически-анахронической adattamento cinematografico di Julie Taymor, «Titus», fino ad oggi, l’unico cinema-versione quasi-storico horror giovane Will Shakespeare.

Taymor ha scelto come film-debutto anticipato tragedia di Shakespeare, dopo aver messo in uno dei teatri off-Broadway. E teatrale, e il film inizia con il fatto che un ragazzo moderno che gioca in casa in cucina in guerra con i finti soldati, abbondante irrigazione ketchup, simulando un fiume di sangue versato. Inaspettatamente, si è trasferito nell’Antica Roma, dove si scopre Lucio, un giovane nipote di Tito Andronico, e il suo giocattolo soldati prendono vita e si trasformano in guerrieri romani, dalla mano che crescono le spade. Già l’inizio del film specifica il concetto di visione Taymor, il cui messaggio principale — mix di epoche e dei loro attributi. Alcuni personaggi viaggiano su carri, alcuni in auto e moto, e altri carri. Guerriera gli antichi romani possiedono e balestre con i fucili, spade e con le mitragliatrici. Pacificamente fianco a fianco sul tavolo birra in bottiglia con il vino nelle antiche anfore. I figli del defunto imperatore, chiedono al microfono dei cittadini di Roma a dare il loro voto a uno di loro. Secondo Taymor, анахроничная la struttura è stata creata per sottolineare внеременность violenza, la sua versatilità e неотъемлимость dall’umanità in tutti i tempi: «i Costumi, accessori, cavalli, carri o veicoli rappresentano l’essenza del personaggio, non dipende da un certo momento storico. L’azione di questo film potrebbe svolgersi nel corso della storia, a partire dal 1 ° di anno 2000.»

Taymor ha trasformato «Tito» in multistrato, continuamente mutevole del cinema di fantasia, in cui sono reali solo la violenza e la crudeltà. Con le strade dell’Antica Roma, siamo trasportati in Italia dai tempi di Mussolini, poi nel mondo di Alice nel paese delle meraviglie, dove giocattolo figure prendono vita e diventano crescita umana, e da lì, in una moderna galleria di slot machine. Mentre questi habitat si scontrano e взаимопроникают, che si intrecciano in un irreale mondo senza tempo, in un mortale carica di realtà virtuale, dove gli eroi ascolti si profilano come ricorrenti storici archetipi. Fin dai primi fotogrammi, spietatezza e la durezza di «Tite» crescono come febbricitante l’isteria di massa, che assorbe i personaggi e li trasforma in criminali sanguinari. Lutto per il figlio maggiore Тамора, la cui invocazione della misericordia non è stato toccato Tito, inaspettatamente вознесясь al vertice del potere come la moglie dell’imperatore romano, diventa spietato фурией. I suoi due giovani figli, inizialmente spaventato gli adolescenti, жмущиеся alla madre, si trasformano in stupratori-sociopatici, i burloni in stile Alex de Ларджа. Nobile Tito, si rifiuta di potere imperiale, non esitate a credera ‘ diffamazione per i loro figli e di perdere la loro, cedendo alla falsa giustizia. Verso la fine del film di Anthony Hopkins interpreta Tito folle re Leer un grande cappello da chef, ti ha chiesto i nemici al banchetto di degli inferi, che Peter Greenaway potuto pianificare con attenzione, e Ханнибал Lecter con un sorriso approvare.

Nonostante intenzionali anacronismi, Julie Taymor vicino segue la recita e fedele alla lingua di Shakespeare. Poetici accorate righe non sembrano obsolete o pesanti in bocca attori, a come ri-nascono davanti agli occhi dello spettatore. In quanto Taymor in contrasto con Shakespeare, è il finale del gioco. Negli ultimi fotogrammi dipinti maturato ragazzo Lucio lascia orgia di follia con un piccolo bambino in braccio, salvando da morte certa figlio illegittimo di due злопамятных spietati assassini. Forse è l’immagine della speranza sullo sfondo ascendente lontano del sole. Ma possibile che nell’innocenza сиротке sonnecchiare fino a quando il tempo eredità di sangue, di odio, che la porterà in futuro. Oggi, 18 anni dopo l’uscita di «Tito» sugli schermi, quando in decine di paesi in tutto il mondo le uccisioni di massa, atti di terrorismo, di barbarie e di umanità alla pace per la popolazione e per i bambini tra cui diventano un luogo comune e una nuova realtà, si comincia inevitabilmente a gravitare verso i pessimisti finale. Quello che stiamo vedendo in tempo reale su Internet e nei media supera di gran lunga assurda crudeltà di qualsiasi film o opere teatrali, tra cui «Tito Andronico». Ma il cinema Taymor interessante per coloro che disegnando in brillante forma d’arte repulsiva, e allo stesso tempo esteticamente affascinanti dipinti assoluti profondità bassezza e viltà, ti fa riflettere sui limiti del male e della violenza, in cui l’uomo è capace. La sua provocante-bella adattamento, non legata a un certo punto nel tempo, Taymor strappa con «Tito Andronico» etichetta peggiore tragedia di Shakespeare, rendendo possibile rivalutare il suo valore e il vero luogo nel canone delle sue creazioni. Il film «Titus» è un argomento a favore di ascolti, nonostante il fatto che l’unica guida la motivazione per la maggior parte dei personaggi è sete di vendetta, переполнившая la loro anima è così, che non è altro che un luogo in loro non c’è.



Nuova recensione: Tito – il sovrano di Roma 27.12.2017