Nuova recensione: Thor: Ragnarok 06.11.2017



La Marvel sta sperimentando. Invece impacciata, prevedibile e pomposo del film di Asgard, la dimora degli dei, abbiamo visto goffo, prevedibile sitcom di весельчаке Torah, che, contemporaneamente, è il dio del tuono, l’erede al trono di Asgard… e tutto il resto.

Per tutto il film non ha lasciato un senso: perché sei qui a ficcare tanto umorismo? Non dico che l’umorismo di scarsa qualità, solo il suo stato, tanto che è praticata sul bordo. Era dove non doveva essere. Che комсиксовая la teoria del big bang?

Trama e personaggi. Niente di strano. Schema standard pro è molto forte cattivo, originale consecutive, superando sfide e ritorno spettacolare per la vittoria. Che a Cate Blanchett, lo script, imho, non ha dato rivelare il suo eroe in pieno. In generale a uno scenario molto un sacco di richieste per quanto riguarda i ruoli: la maggior parte di loro erano solo comparse per il successo di adescamento шутеек, Loki, ad esempio. Per mancanza di Portman sul set, ha deciso di spingere presumibilmente luminoso personaggio femminile — Valchiria, che ricordo di meno che una bella scossa fianchi con la spada sulla spalla.

In conclusione: un film che sarebbe stato un ottimo ситкомом sulla tv via cavo, ma in realtà è un’altra immagine sotto il popcorn, che non si farà rivedere.



Nuova recensione: Thor: Ragnarok 06.11.2017