Nuova recensione: the Texas chainsaw massacre: faccia di Cuoio 13.11.2017



Tra un normale spettatore e киноманом-golosa c’è una differenza, non solo nell’analisi visionato il materiale, e per quale scopo si va a un film o la comprende. Per la maggior parte degli spettatori nel nostro paese videogiochi the Texas chainsaw massacre a tenuto приквелу non dirà nulla, quando gli appassionati e buongustai, non guardando indietro alla valutazione critica e aggregatori di rating, andranno al cinema nella speranza di una goccia di qualcosa di nuovo in così fatiscente polvere della storia, ma non il destino.

Peccato che con il primo successo commerciale di un remake del 2003, né un regista non si è allontanato dal limite di Marcus Ниспелом tono della narrazione, quando allo scadere del tempo e due sequel, uno dei quali è già stato chiamato предисторией, lo spettatore nutrono gli stessi cliché. Ancora peggio, quando il pubblico è pronto a rassegnarsi e cancellare cos’è il «trash» o «tipico scippatori».

Da amici французев Bustillo e Maury con una bella фильмографией aspetti, almeno per quanto raffinato approccio al materiale, soprattutto dopo il mediocre passato di una serie di film con insapore videogiochi 3D nel titolo. Tuttavia, prendono posizione e con un buon trucco può vantare solo il disgusto durante la navigazione, piuttosto che sulla paura. Questa è la storia di 4 fuggiti психах e vendicativo via cassia, è come se la si pone per il titolo della secondaria, e nella sala già a nessuno importa chi dei due faccia di Cuoio, perché lo spettatore casuale semplicemente era nel bel mezzo di un tritacarne, e amante dell’già afferrato per i capelli da così svergognata di alimentazione del materiale. Delle chiavi per la divulgazione del personaggio arrogante mamma, psicopatici suoceri e sfrenato Texas con loro реднеками. Dopo aver lavorato su di involucro e spendere un po ‘ più di tempo, sono sicuro che sarebbe venuto fuori qualcosa di più significativo, anche con tutta la secondaria di materiale, di dedicare più tempo alla famiglia, problemi della gente di quel tempo, difficoltà di cadere nella società del protagonista. Non lo era, lo spettatore solo прокатят di attrazione di crudeltà illusoria di motivazione.

Ci si chiede, per i quali è stato fatto, perché il fallimento commerciale qui è evidente, per gli appassionati di storia troppi buchi, e lo spettatore casuale semplicemente non vede horror. Essendo il primo lungometraggio per uno sceneggiatore, simili mezze misure, comunque imperdonabili per Bustillo e Maury. Per violazione trovato il culto e uno dei miei film preferiti:

4 di 10

P. S. non Vi Abbiamo mai chiesto questo!



Nuova recensione: the Texas chainsaw massacre: faccia di Cuoio 13.11.2017