Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 29.12.2017



Più precisamente infinite, perché il loro fine non si è visto un jedi può essere qualsiasi. Per ben comprendere visto al cinema, è dovuto anche se il motivo è dovuto? con grande piacere, dopo l’escursione nel cinema con un doppio piacere — di rivedere la trilogia classica. E se rivedere può essere a tempo indeterminato, aprendo sempre nuovi significati nascosti, qualcosa recentemente lanciato una serie di film non si può dire. È completamente privo di alcun senso a tutti.

Nonostante l’abbondanza di storie — in «degli Ultimi джедаях» loro tre — un’unica trama zoppica su tutte le gambe. Il primo — personaggi e non mosso. Nemmeno di un millimetro. Né lo sviluppo dei caratteri, né lo sviluppo della loro storia. Ray — lonely orfano, non è chiaro dove avevano appreso la forza e incredibilmente facile научившаяся usarlo. Lei non sa che fare, divisa da un pianeta all’altro, non si sa come questo potere applicare (anche se non lo sa… arriva il momento, e lei con facilità preso per la spada laser). Che cosa è cambiato? Niente. Come giustamente ha sottolineato Master Ren, luogo di Han solo preso Luke Skywalker — lei aggrappata a lui, chiede aiuto, non ottiene la sua. Quindi, come due anni fa, tutto ciò che vediamo la maggior parte del film — озадаченное viso con occhiali da tensione occhi. E alla fine invece di subordinazione attacco appare un’altra sorprendente proprietà forza — salita mooolto grande mucchi di pietre.

Luke, a proposito, anche le azioni non scintillante — una buona metà del film ha spazzato via la sua джедайской entità e alla fine è abbastanza efficacemente è apparso e ha dato la speranza di salvezza. Dove si è visto? Correttamente, nel precedente episodio. Ma Luke e Leia sono stati davvero gli eroi, in cui tutto il film è piacevole da guardare — piaccia o no, e uno dei vantaggi della saga di nostalgia.

Un altro personaggio statico — Master Ren. Capricci, non ispirare assolutamente alcun timore ostentata cattiveria, alla fine — un attentato alla vita del sovrano. Pertanto, nel settimo episodio… oh, l’ottavo! si verifica una sorta di déjà vu. E ‘ valsa la pena ancora una volta di andare al cinema per vedere tutti la stessa cosa?

Questo episodio è diventato non solo più statica, è — molto spesso caricaturale. E non si tratta più di una scena in un bar, dove i burattini di alieni sorseggiando un drink, come era prima, ecco una caricatura di altri protagonisti. Naturalmente, nero (ma è un attacco, non dimenticare) Finn — ma per l’abbondanza di afro-americani al cinema abbiamo già meno abituati — e asiatica. Non ricordo il suo nome, onestamente, e cercare semplicemente di pigrizia, perché è così divertente storia d’amore tra un uomo nero e una donna asiatica e la loro forte amicizia con il messicano. Ecco la verità. Per un attimo ho anche pensato che la Disney ha deciso semplicemente di ridere di se stessi.

Come ho già scritto sopra, tutte e tre le storie, legate ognuna con uno di questi personaggi, sono assolutamente inutili. Nessuno di loro il suo obiettivo non si raggiunge, alla fine del film letteralmente si scopre che tutti hanno fatto invano. Luke e Leia fatto tutto per loro, tutti di ripartire e ha cercato di spingere i ragazzi in secondo piano — perché comunque non è di nessun aiuto.

A proposito di figli — il nuovo «Star wars» per loro. Generazione jedi cambiato, classico andata nel dimenticatoio, e insieme con lei e la dignità della saga, снимавшейся nel periodo della guerra fredda, rivolta anche contro l’unione SOVIETICA — ma portante in sé l’ideologia, il sottotesto, мотивированность azioni di ogni personaggio.

Generazione jedi cambiato sceneggiatori con facilità derivato da un film di eroi classici. Se non fosse stato ucciso o se non è morto l’attore, accompagnava uno dei personaggi classici, l’eroe senza intoppi esce di scena — e ‘ successo con Чубаккой, R2D2 e C3PO, nati nel fotogramma solo per pochi minuti. È venuto un mondo di nuove «guerre Stellari» per una nuova generazione di fan — tollerante, un po ‘ senza senso e molto luminoso — è la dignità di una nuova saga dico senza un briciolo d’ironia, cosa che, e di grafica e di fotografia qui è davvero all’altezza.

5 di 10

per rispetto ai classici e bella principessa Carrie Fisher (sì arriverà con lei la forza!)



Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 29.12.2017