Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 25.12.2017



Star Wars: Ultimi Jedi — il secondo film della trilogia della Disney. Ormai non è un segreto e non è uno spoiler, che il Risveglio della Forza заимствовало un po ‘di più, di tutte le trame di una Nuova Speranza, e molti molto forte e’ stato condannato per questo settimo episodio, mentre altri hanno confrontato questo con il ritorno di un amico, che è andato a un sacco di vita, ma trovò la forza, ha fatto bene quello che già perfettamente fatto prima, e ora è pronto per una nuova avventura. I tifosi e semplici appassionati di cinema piace di novità e di freschezza, e, a giudicare da tutta la società di marketing, devono ottenere, insieme con una buona, carica di una Forza cosmica opera, che noi tutti amiamo. In realtà è vero?

L’ottavo episodio è sicuramente un buon film. Изрешеченный trama несвязками con la parte precedente e occasioni mancate, come buchi di formaggio, ma lo stesso delizioso. Guardare Star Wars — sempre un grande piacere, ti stanno bene, si sentono bene, suonano bene. Sicuramente, il merito di Ryan Johnson, non troppo noto, ma ben reputato regista e sceneggiatore. Certo, fidarsi di lui un grande quadro è un rischio enorme, ma è giustificata. Jedi si sente insolitamente chiusa e più personale di settimo episodio, dove Abrams ha dato l’opera, Johnson include una tragedia, e se i pezzi sono stati più ambiziosi, questa parte l’enormità di finiture a favore di una particolare storia. Questo vuol dire che il film è fresco?

E sì…e no. Questa parte è molto simile ad un incrocio di una Nuova Speranza e l’Impero colpisce ancora. E quelle cose, che conferiscono originalità — elementi più controversi di questo episodio. Evito spoiler, come posso, ma visto che il film è stato scritto prima del Risveglio della Forza, e che poi ho dovuto aggiungere. Molte linee, che è valsa la pena scoprire, sono stati dimenticati o ignorati. Perché dio solo lo sa. Ancora non è chiaro, perché in questo buio e triste film così tanto stupido bambino dell’umorismo. Questo film non è chiaramente per i bambini, quindi anche questo è un problema serio, perché di fondo di tutti i pertinenti solo un terzo di tutto il repertorio. Il resto come налепили per studio. Jedi soffre da tutto quanto sopra elencato, ma in generale, egli non cessa di essere buono. La storia è piena di momenti interessanti, per i dettagli ci sono come al lavoro con gioiello, e le risposte che riceviamo, lasciano soddisfazione, e non frustrante. Il problema principale qui nel retrogusto. Mentre il film davanti agli occhi, non c’è possibilità di dare un duro analisi, in modo che quando esci dal cinema, sembra che sembrava il miglior film in vita. Solo in 2-3 giorni inizi a confrontare, smontare e capire che i problemi ci sono.

Quanto a recitazione, tutto dipende probabilmente da come è significativo il vostro ruolo. Se tu sei il protagonista principale della troika — a voi non ci sono domande. Qui il film è anche il protagonista. Daisy Ridley nuovo meravigliosa nel ruolo di Ray, che sta cercando di trovare il suo posto nell’universo e non perde mai la speranza. Avuto pietà di lei, lei solidale, e con lei la voglia di seguire fino alla fine. Il lancio delle sue emozioni non è simile a quello che appare davanti a noi in caso di Luke. Rey non soffre la sete di fuggire in un vortice di battaglia e non è riuscita ad affermarsi prima Resistenza. Ma è ancora più potenzialmente pericoloso, per le loro risposte lei non ha paura di tuffarsi a capofitto nel Buio. La bussola è configurato in modo sicuro, ma se la Luce non risponde, si andrà chiede agli altri ragazzi. Poi continuerò su un Piccone, René/Ben Solista. Non era membro della troika, è centrale antagonista, ma la sua linea è essenziale nel contesto di una linea di Rei. Il driver di nuovo tira fuori ruolo di un ragazzo, che a suo tempo nessuno ha spiegato nulla, e ora sta cercando disperatamente di uscire dall’ombra, allo stesso tempo, cercando di sedurre падаваншу Luke Skywalker al lato Oscuro della Forza, sfruttando il fatto che tra loro si è verificato un legame molto forte attraverso la stessa Forza, più forte di gemelli Vader. Questo film sia in anticipo che fa così schifo evidente linea l’amore, o volutamente mostra e continua a piegare il contrasto cattivo trilogia originale con un Piccone, Wren. Se questa è la prima, allora! l’unico problema è che è un bene troppo prevedibile, in generale, questo contrasto non nuoce. Tra di loro nel film un sacco di abbastanza profondi scene. Uno di loro è così интимна in un contesto che è già trasformato in un porno-parodia, ma questa è la mia opinione, molti da questo momento ruggiscono, come i bambini. Se si tratta di un secondo, questo funziona anche meglio. Anakin era nei suoi giorni sicuro della sua scelta e solo nelle ultime ore di vita ha cominciato a dubitare. Master Ren stessa divisa e si rompe, ma tutte le decisioni più importanti della sua vita lasciano il suo fedele agli insegnamenti delle tenebre. Ci sono dei buoni e John Finn Бойеги e Oscar Isaac. I loro personaggi si sviluppano in un’altra direzione, e le loro storie servono a ricordare che non ogni soluzione va bene, come non tutti ovviamente in buona fede l’azione conduce alla vittoria incondizionata. Alla fine diventa più concentrato e meno горячеголовым, e Finn rafforza la sua fedeltà alla Resistenza e lo status di eroe. Sbiadiscono i personaggi secondari. O due avranno provato trascinato per 2 scene, l’eroe Del Toro, anche se è interessante per la sua filosofia, troppo poco ha fatto per la trama, Rose artigliate, ma di Сноука fatto Palpatine doppio 2, privandolo della sua aura mistica e огорчив molti che aspettava da lui qualcosa di сшибающего con i piedi.

Memoria eterna Carrie Fisher. Molti fotogrammi del film se appositamente montato per causare mentale щипания i tifosi, ma anche senza questo ruolo Lei ha ancora una volta fatto il botto. Ora non solo politico, ma anche il leader spirituale. La sua lotta e la sua speranza è di tutti, che mantiene la Resistenza da una sconfitta completa, e Fisher questo aspetto spirituale dimostra bene bene, peccato che lei non sarà con noi in 9 episodio. Non si può dire di Marche Хемилле. Anche lui in un’intervista ha ammesso che non è troppo soddisfatto del suo personaggio in questa parte, e io non lo biasimo. Il Portello è stato sconfitto, ha generato un mostro, è pieno di amarezza e di rimorso, ha spezzato il cuore. Sicuramente non lo coraggioso, pieno di fede e di bontà Skywalker, questo è più simile a Yoda dopo l’ordine 66. In parte è un bene, e in parte un po’. Alla fine, e anche lui sta combattendo con se stesso, e che, anche nella mia personale avversione di questa immagine, Hamill ben fatto è un dato di fatto.

Totale abbiamo un buon sequel della saga. Non è la parte migliore, ma non cattiva. L’ottavo episodio merita sicuramente la vostra attenzione.

7 di 10



Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 25.12.2017