Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 22.12.2017



Guardo star wars fin dall’infanzia, e senza dubbio posso dire che questo è il mio preferito materiale illustrativo, a partire dal киновселенной, finendo cartoni animati, fumetti e giochi. Ecco, finalmente è uscito il tanto atteso ottavo episodio della saga. Per evitare spoiler, è andato al cinema il giorno prima.

La narrazione del film cattura fin dai primi fotogrammi, tiene in intrighi e suspense, non si lascia andare fino alla fine. La trama ha sorpreso, rispetto ai precedenti film, l’abbondanza di colpi di scena inaspettati. Questo è percepito insolito, perché ti aspetti qualcosa di familiare. Sembra che sai tutti i personaggi e la possibilità di un universo in lungo e in largo, ma qui siamo posti di rompere schemi abituali. Ma credo che sia solo a favore di film e di tutto l’universo in generale. Questo approccio dà una certa battuta, che non era in nessuno dei precedenti episodi. A qualcuno questo non piace, perché molti fan credono veramente che solo loro sanno come e cosa dovrebbe essere, cosa è possibile e cosa non è possibile in una galassia lontana lontana. Quindi, già nafantazirovali una varietà di opzioni di sviluppo e dei risultati di eventi, tutti i tipi di teorie. Tuttavia, nessuno di loro non è stata confermata, da qui, a mio parere, tanta negatività all’indirizzo di film. Sgridare il film solo per quello che non ha giustificato la fantasia e la previsione di fan? Come minimo ridicolo e divertente.

Un’altra caratteristica di questo film, che prima non c’era: ci mostrano che i protagonisti buoni e cattivi, anche commettendo gravi errori nel prendere la loro decisione. Siamo abituati a vedere chicche idealizzata, e sempre corretti, e i cattivi sempre il sangue freddo e prudente. Ma qui, ci mostrano l’altro lato. Sì, e sbagliano, e costa caro prezzo. Piaciuto, come ha rivelato la causa del conflitto tra giovani e Ben Luke, da parte di tutti. Sono state date le risposte ad alcune domande risultanti 7 ° episodio, ma la maggior parte di tutti anche non risolto. Forse non sono importanti nel quadro attuale della trilogia, ma comunque il desiderio di conoscere più informazioni rimane. E può essere su di loro darà le risposte nel prossimo episodio. Speriamo. Come diceva Obi-wan: «Pazienza, mio giovane padawan».

Gli attori, come la vecchia e la giovane guardia, lavoro in allegria. Inimitabile Mark Hamill in modo di Luke, come sempre all’altezza della situazione. Si è visto come per tanto tempo ha cambiato il suo personaggio e lui stesso. Finalmente abbastanza sullo schermo, a differenza del precedente episodio. Egli è vivo, reale, con i loro problemi, dubbi, esperienze. Questo non è il modo in cui il ragazzo-simbolo della resistenza. Anche lui sbaglia e lo ammette. Ecco un esempio di rottura familiare a noi un modello di Luke come un perfetto eroe senza macchia, e sempre proveniente correttamente.

Carrie Fisher, questa volta anche più tempo sullo schermo e il suo personaggio è emerso stessi nel consueto modo costante il leader della resistenza. Molto piacevolmente soddisfatti, come ci ha ricordato che Leia est Skywalker e con questo dobbiamo fare i conti. Peccato che l’attrice non sarà più in grado di svolgere questo ruolo. Carrie Fisher sempre nel nostro cuore. Si è visto che ha lasciato un posto significativo per il suo personaggio nel prossimo film. Ma vediamo come gli autori stanno adeguando ulteriormente lo scenario.

Piccone, Rena questa volta risolto molto meglio, che ha permesso ad Adam Driver è completamente mostrare. E ‘ diventato più arrabbiato più furbo e ci permettono di capire, che ha stabilito i propri obiettivi, ambizioni e le forze laterali.

Daisy Ridley, come sempre gentile e squisita. Riuscita a mostrare, come il suo personaggio di Rei preoccupato per i suoi amici in difficoltà, come lei ha voglia di scoprire chi sono i suoi genitori e perché è stata abbandonata, come lei crede in un Tombino, la resistenza, come si spera, che la Luce è ancora rimasto in un Piccone, René.

Molto soddisfatto divulgazione del personaggio di Oscar Isaac (Дамерон). In questo film ha anche più tempo sullo schermo, e ha davvero dimostrato. Mi piace la sua determinazione in situazioni critiche. Anche se a volte è molto impulsivo, da quello che aveva problemi con i suoi superiori in forma di Lei e новопредставленной generale Холдо.

Finn (John Boyega) ha ricevuto anche un omaggio sviluppo. Nel corso del film, continua la sua formazione come membro della resistenza, ma questa volta insieme con la nuova partner di Rose, che è anche un bene, adatta alla narrazione.

BB-8 soddisfa con i suoi лулзами, come e Chewbacca, che è riuscito a fare amicizia con i nuovi simpatici animaletti-поргами.

Il generale Хакс tutte svolge anche il ruolo tipico, emotivo e comandante in capo dell’esecutivo di primo ordine, che continua a tentare di conquistare la posizione di leader supremo, e di dimostrare che è meglio un piccone, esegue i compiti assegnati.

Ma a proposito, il leader supremo Сноука (Andy Serkis, ha dato le espressioni facciali del personaggio) non è mai stato risolto. E ‘ rimasto misterioso, intrigante e potente cattivo. La stessa impressione, probabilmente ha generato l’imperatore nella trilogia originale ancora prima di prequel. Qui può essere anche il capitano Фазму. Il suo personaggio è un sacco di potenziale, ma per qualche motivo i creatori del film di nuovo mandata in secondo piano, come nel film precedente. Soddisfatto il personaggio di Benicio Del Toro, molto carismatico si è rivelato un cracker, ma francamente un po’, e rimane anche qualche non detto. Forse la sua partecipazione è ancora apparirà nel prossimo film.

John Williams come sempre felice per le sue composizioni. Nuovi brani del maestro aggiunto un po’, ma tuttavia sono in tema e brani classici come sempre soulful. Fotografia di lavoro anche piaciuto, l’immagine liscio, liscio. Il montaggio non è male, ma ancora ci sono posti con evidenti ляпами, le sue incongruenze, ma in generale il flusso non strappato. La componente visiva come sempre all’altezza della situazione.

Allora, che cosa abbiamo in sintesi: un ottimo cast, che piacque meraviglioso gioco, accompagnamento musicale unico biglietto da visita di un franchising con l’orchestra sinfonica, imprevedibile e vomitare modelli la trama, ottima la messa in scena e la presentazione del materiale, ottimi effetti speciali. Tra i difetti, si nota che in alcune scene ci sono banchi di montaggio, a volte dà l’impressione di mancanza di alcune scene, tra gli eventi, e anche il film non ha ancora risposto a tutte le domande e non ha rivelato alcuni personaggi. Spero che questo terrà conto nel prossimo film.

Personalmente a me questo episodio è piaciuto molto, qui c’è praticamente tutto quello che serve e caratteristico per l’universo di star wars, per esempio Combattimenti con la spada laser. Sono buoni, ma vorrei di più. E nonostante il fatto che questo episodio ci sono difetti, è sicuramente il film dell’anno in piedi le loro aspettative. Forse non è così univoca, ma credo che un vero fan di questa saga sarà in grado di valutare il quadro per la dignità.

9 di 10



Nuova recensione: Star wars: Ultimi jedi 22.12.2017