Nuova recensione: Sparta 30.08.2016



In passato abbiamo più volte visto i film di arti marziali, in cui Jean-Claude Van Damme o Don «the Dragon» Wilson prezzo incredibile sforzo, vinta sul mortali tornei. Superando il dolore e il senso comune eroi dell’infanzia si sono esibiti contro disonesti avversari, infliggendo l’ultimo colpo devastante in una situazione in cui già era sembrato che la vittoria finalmente salta fuori mano. Con il passare del tempo film come «Atleti» e «Sanguinario pugno» perso la loro rilevanza, lasciando il posto a storie di quel tipo, costruiti o esperto di effetti speciali, sia sul deprimente di confidenza. Ma il pubblico non ha perso l’interesse per gli eroi di carne e di sangue, добивающимся successo attraverso la formazione continua e smentite, il divertimento. Naturalmente, il ritorno al cinema film girati in stile anni ‘ 80 sarebbe stato almeno stupido, ma arti marziali la meritano, per conquistare il cuore del pubblico, competente, che cosa è successo, costruito con le proprie mani. Un nuovo nastro di un vero campione di «combattimenti senza regole» Nicola Kudryashova ci mostra cosa vuol dire essere un combattente più pericoloso tipo di sport, e che cosa dovete fare quando il destino infligge su di te, colpo dopo colpo.

Il personaggio principale di «Sparta» è presente lo stesso Nicola Kudryashov propria persona. Essendo il campione in carica, Kudryashov si sente invincibile, e giustamente. Mentre i suoi rivali inventare intrighi, cercano sponsor e si rilassano in un locale in compagnia di belle fanciulle, Kudryashov continua formazione, perché solo così si può rimanere il migliore. Ogni volta, quando il protagonista entra nel ring, prende di mira esclusivamente sulla vittoria. Egli non più giovane, ma di chiamarlo stella decadente sarebbe almeno sciocco. Fiducioso combattenti e affamati a gloria i nuovi arrivati non possono smettere di Кудряшову degno una chiamata. Onestamente cercando di battere il campione sul ring e dopo aver sofferto di un assoluto fallimento, combattente Andrea Filatov non inventa niente di meglio da fare, come rimuovere Kudryashova strada attraverso le accuse di percosse impreparato a scontri persona. Spiacevole gira per il nostro eroe di reclusione. Risultati ottenuti in passato non aiutano a evitare di indagine onesta, che alla fine distrugge la sua vita. Bella donna va via all’avversario, vecchi compagni girata da lui lo sguardo. Uscita dal carcere non promette Кудряшову nulla di buono, ma la notizia di un imminente torneo di lotta «Sparta» gli promette il ritorno di vecchi posizioni. Solo per questo Кудряшову bisogno di vincere. E a qualsiasi prezzo, perché il suo avversario si esibirà nientemeno che Filatov, che era riuscito a diventare un vero e proprio animale domestico del pubblico.

Diventare il campione non è così difficile come rimanere in cima. Questa verità è noto a chiunque professionale atleta. E così Nicola Kudryashov come nessun altro sa che cosa è di essere il migliore sul ring e nella vita. Sempre interessante guardare la storia, quando si descrive una persona, passato tutti i cerchi dell’inferno in «battaglie senza regole». Forse a «Sparta» non ci sono roteato colpi di scena o al limite vorticoso dramma, ma c’è una potente affermazione della vita promessa. Quando si guarda a come eroe si rialza nonostante tutte le avversità del destino, inevitabilmente cominciano loro tifo. Qualsiasi altra persona al suo posto già da tempo avrebbe rinunciato, ma non Kudryashov. E se il suo ruolo è stato invitato a qualche altro attore, l’effetto sarebbe stato molto diverso. Uno sguardo in volitiva occhi Kudryashova abbastanza per credere nella fortezza del suo carattere. Può «Sparta» luoghi e ricorda ancora una variazione favola della trasfigurazione, ma davvero vogliamo credere.

Nicola Kudryashov riuscito a togliere corrente maschile del cinema, ma alle ragazze piace anche la storia di questi personaggi, che fanno forti azioni senza tecnologico del costume di Batman o Iron man. Troppo poco oggi uomini veri del cinema… e non solo del cinema! «Sparta», che cerca di sradicare questa svista, e anche molto bene.

8 di 10



Nuova recensione: Sparta 30.08.2016