Nuova recensione: Sette psicopatici 31.08.2016



«Sette psicopatici» è un’ottima commedia nera, in cui c’e una bella risata, e sopra di quella triste, e cosa pensare. Lo scrittore Marty (Colin Farrell) sta lavorando su uno script del film, che ha definito «Sette psicopatici».

Tormentato dalla mancanza di pensieri per il lavoro, è spesso applicata alla bottiglia e a questo proposito ha continui conflitti con la mia ragazza Каей (Abbie Cornish). Aiutare nella scrittura di script ha chiamato il suo amico Billy Bickle (Sam Rockwell). Che in coppia con il vecchio Гансем (Christopher Walken) non c’è esattamente un business legittimo. Quando questo è il business mette i ragazzi in prima linea, l’ispirazione Marty non c’è limite, solo che trae ispirazione ha di eventi che si svolgono intorno a lui e di un misterioso serial killer che uccide i banditi e lasciando una mappa con бубновым fante sui corpi…

Come si può vedere dalla descrizione di cui sopra, il film di Martin МакДоны piena di nomi noti, ma anche qui coinvolti Woody Харельсон, Zeljko Иванек, Olga Kurylenko, Tom Waits, Harry Dean Stanton e Michael Pitt. Il cast è davvero impressionante, e alcuni dei personaggi non sopravviveranno fino ai quarti di finale. Tuttavia, da film, dove già nei primi minuti di omicidio, è difficile aspettarsi qualcosa di diverso — morti qui abbondano.

«Sette psicopatici» attirano l’attenzione in primo luogo il modo di alimentazione del materiale, i dialoghi e le azioni dei personaggi. Così, è molto interessante ascoltare le riflessioni di personaggi Rockwell e Уокена, lungo la strada, notando che ognuno dei personaggi del film a suo modo normale. Qualcuno cerca lo spirito creativo sul fondo della bottiglia, qualcuno sta costruendo il suo cane in una sorta di divinità, inchinandosi davanti a lui e non mettendo la vita di una persona, qualcuno va a estremamente insoliti azioni, cercando di fare meglio al suo prossimo…

Per quanto riguarda i dialoghi è completamente separata conversazione. Riflessioni sul senso della vita e della morte, si intrecciano con l’abbondanza di sele discorso, che è fondamentalmente suoni dalla bocca Rockwell e Харельсона. Inoltre, causano un sorriso e alcune frasi. Riflessioni pro all’ultimo uomo con due occhi, che «non è uno sciocco, prendi sì e nasconditi da un cieco», conversazioni con Billy Бикла con la sua economia, il suo pensiero ad alta voce «non cercare di bruciare vicinato bandiera», il suo monologo di una delle scene del film Marty, dove gioca la scena al cimitero — la parola di guardare una cosa, ascoltare ci che!

Ha suscitato l’interesse e il fatto che qui vede un futuro possibile iconico assassini nella storia degli stati UNITI, quando sul video di personaggi famosi come lo Zodiaco hanno organizzato una caccia dell’assassino di assassini. Oltre a tutto c’è un posto e filosofica direzione, che dimostra chiaramente la storia con uno psicopatico dal Vietnam e квакером, seguisse l’assassino di sua figlia.

Il film è pieno di splendide colonne sonore, che sicuramente piacerà agli appassionati di musica, perché è un brano in stile reggae, blues, jazz, rock, rock n roll, ecc sempre è piacevole all’orecchio e quando li ascolto si ottiene un sacco di divertimento.

Se parliamo di recitazione, naturalmente più si apre il personaggio di Sam Rockwell, che nel film «la Luna 2112» si è mostrato estremamente competente e di classe l’attore. Se ci si distinse nel dramma performance, qui sono soddisfatto lo spettatore comico e commedia aspetto. Colin Farrell come sempre il botto ha giocato il suo ruolo le emozioni e le espressioni facciali del viso, abilmente dimostrando tutto quello che sta vivendo in un modo o in un altro palco. Da imperturbabile psicopatico, interpretato da Tom Waits in generale i brividi sulla pelle, perché esattamente come questi tipi di può perfettamente con un sorriso sul volto di attaccare te un coltello alla gola e continuare ad affermare che «tutto va bene».

Ma la cosa più importante, il film «Sette psicopatici» — è una sorta di parabola con un grande e profondo significato, pieno di morale e permette ad ogni spettatore spunti di riflessione…

Tuttavia, a guardare. Il parere imporre nessuno.

Buona visione.

10 di 10



Nuova recensione: Sette psicopatici 31.08.2016