Nuova recensione: Saltare Hitler 28.08.2016



Prima di scattare un’altra foto sul Terzo Reich e la lotta contro il fascismo non è superfluo sarebbe definire lo scopo del film. In altre parole, se è triste ricordo della «banalità del male» o solo per il fatto che il finanziamento sotto antifascista film battere sempre solo? Oliver Хиршбигель resuscita la storia di Giorgio Эльзера — fallimento dell’assassino di Adolf Hitler. Ahimè, se si prende un’opinione obiettiva, gli eventi del film sono semplificate al банальщины, e la parte del leone dipinti occupa eccesso di sentimentalismo.

La semplificazione non è andato quadro a favore. Хиршбигель, a quanto pare, ha deciso che alcuni banali colpi di scena permetteranno di sperimentare al pubblico economico catarsi emotiva. Pochi negherebbero che Эльзер merita glamorize, ma così primitivo in драматургическом termini di scenario, in combinazione con eccellenti режиссерскими azioni (tipo fiamma «guerra» con gli occhiali Эльзера) un po ‘ опошляет realtà. Tutti, credo, la storia Эльзера ha bisogno di più autentico divulgazione, con un minor manipolazione di emozioni e di più distribuite le risposte.

Scena dell’interrogatorio Эльзера dopo un fallito attentato intervallati флэшбеками primi anni di vita di Giorgio. Il flashback è stato due attività. In primo luogo, sviluppare romantica linea Эльзера e Elsa. In secondo luogo, di rappresentare la crescente нацификацию Germania. Purtroppo, entrambe queste attività al limite схематизированы. Se una linea romantica scritto abbastanza profondamente, la trasformazione di una piccola cittadina tedesca di a roccaforte del nazionalsocialismo mostrato senza sfumature e non consente di identificare le cause entusiasta di ricezione ideologia nazista della popolazione. In processi storici è tutto molto più complicato, rispetto al cinema, in modo da non scivolare nel cinematografica di una convenzione.

Anche un po ‘ confuso scena alla fine. Alla fine del film Эльзер mostrato in un campo di concentramento nel mese di aprile 1945, dove qualche mese prima della fine della guerra. Per la mia delusione, sceneggiatori anche nessuno sforzo per riflettere, perché il nemico del fuhrer non solo non è stato eseguito, come solo il suo interrogatorio è stato completato e spedito in un campo di concentramento per un trattamento preferenziale. Naturalmente, questo richiede un po ‘ di teorizzazione, ma almeno ragionamento sopra la situazione avrebbe fatto il film non è così semplice, lasciando l’eroico ripieno.

Friedel ha svolto un ruolo Эльзера bene. Abbastanza affascinante artista, capace di giocare, e seriamente (una scena del siero della verità).

Fotografia di lavoro senza problemi. Inoltre è stata applicata una piccola visivo cliché: in scene che illustrano il passato, tutto è girato con colori caldi e colori troppo saturi, ma è una buona mossa.

Come conclusione. «Far saltare Hitler» — meditativo cinema europeo. Dimenticate «Operazione Valchiria» — un po ‘ meno spettacolo, più personale dramma.

P. S. Onestamente, in primo luogo sono indignato: perché la maggior parte del film indicato riflessione Эльзера? E poi ho capito che il titolo da russi esercenti non vale la pena credere. Il film comunque si chiama «Эльзер». E non «Esplodere di Hitler».

6 di 10



Nuova recensione: Saltare Hitler 28.08.2016