Nuova recensione: Mulholland Drive 29.08.2016



Il 1999 è stato un anno molto luminoso al mondo del cinema. Sono usciti i dipinti di «Matrix» e «Fight Club». Sono incazzato per la qualità messa in scena a un livello completamente nuovo. «Matrix» ha invertito la nostra idea di ciò che è reale e ciò che è solo una simulazione. E «Fight Club»… non dirlo a nessuno pro Fight club.

Ed ecco che dopo due anni dopo tali riconosciuti dipinti esce questo. Il film «Mulholland Drive» a volte ricorda di «Twin Peaks». E questo è un brutto ricordo, perché la serie è stato girato negli anni ‘ 90, e per il XXI secolo piuttosto obsoleti. Che sta cercando di spaventare noi David Lynch? L’uomo salta fuori da dietro l’angolo? Lampeggiante luce rossa? Кривляющиеся anziani sullo sfondo истошного grido di eroina? Donna sbattuta in preda a convulsioni in una sedia? Sul serio? Confrontare questa immagine con le e давящим sulla psiche «Sette», e diventa chiaro che David Lynch non riesce a spaventare così come il suo omonimo Fincher. Alla fine il film è molto simile a uno spettacolo teatrale con il fumo e specchi, di un grave quadro. Tremante deposito dell’operatore in azione provoca un fastidio. Confrontare la grafica con «Matrix» o «Fight club» un compito ingrato. Beh, perché i film di Lynch sembra così a buon mercato, come se li toglie qualche аматор a casa la videocamera? Questo modo di ripresa molto bello e impressione generale, e per me è difficile entrare in empatia con gli eroi, quando non c’è immersione nel loro mondo artificiale. Forse il film sarebbe diverso se lo script hanno dato un altro regista. Ma non lo sapremo mai.

A proposito, molti lodano lo script in «Mulholland Drive» per il suo fascino, l’abbondanza di punte, colpi di scena inaspettati. Ma la storia in realtà è abbastanza semplice. Anche se è difficile comporre un quadro di eventi del tutto, in Internet ci sono un sacco di articoli con un dettaglio расписаными interpretazioni. E una matrice di flusso non salva il film. Confronta con il cult «Fight Club». Il colpo di scena avviene verso la fine del film ribalta completamente la vostra idea sull’accaduto. Gli eventi e le frasi assumono un doppio fondo. La mascella atterra sul pavimento. E che in «Mulholland Drive»? Semplice spiegazione in spirito «È il suo sogno». Può confrontare con il film «il Nemico», che è un grande puzzle. E la risposta (anche se si capisce con l’aiuto di Internet) si apre di fronte allo spettatore complesso e contraddittorio mondo interiore dei personaggi, racconta la storia di un cambiamento di visione del mondo del protagonista gyllenhaal abbia. E David Lynch?

Molti personaggi strani, come nella serie tv «Twin Peaks», non rinfrescano la trama, ma solo facendo di tutto un’idea simile a una favola. Ecco un tipico capo, che si siede su una sedia a rotelle al buio e in silenzio, ecco un uomo misterioso, che sputa fuori il caffè, ecco uno strano barbone blu con scatola. E la coscienza ostinatamente continua a dire «Non ci credo! Così non si può!». Forse avrei dovuto disattivare il pensiero razionale e considerare il tutto come un volo di fantasia del regista? David Lynch allevia il cinema d’essai, ma dice a tutti che è surreale del cinema. Ma è артхаусные film «Доггвиль», «il Nemico», «è Difficile essere un Dio», «Vieni e vedi», che portano in sé l’idea, che racconta l’intera storia. E David Lynch?

Alla fine, posso consigliare foto solo a chi ama la creatività Lynch e pronto per il suo approccio originale. A me questo regista ahimè deluso per la seconda volta. Spero che non è più necessario perdere tempo sul suo film-ciucci.



Nuova recensione: Mulholland Drive 29.08.2016