Nuova recensione: Monologo 24.12.2017



Il film, I. Авербаха e, come se fosse andata a teatro — la sensazione di totale immersione in un mondo di eroi. Questa sensazione creato la musica, primi piani, vista Pietroburgo e, naturalmente, un grande gioco degli attori.

Monologo del protagonista accademico Sretensky si estende dalla linea tratteggiata attraverso tutti кинопроизведение: questo e presenze alle riunioni del consiglio accademico, e i dialoghi con la figlia, la nipote, la casa. impiegata, colleghi, una ragazza da un lontano passato. Nel monologo conclusi i temi fondamentali non solo del protagonista, ma anche di ogni persona. Se c’è amore felice? Se la felicità nella vita? Che devo fare per essere felice? Vivere in conformità con la mente o fidarsi di cuore? Come a queste domande risponde un eroe: non Mi ricordo. Io non lo so. Il suo consiglio principale è: «Sii prudente!» — nipote sul territorio amore. Non obbedì nipote — ha ricevuto dal primo schiaffo dalla vita. Nella scienza il nostro scienziato stato discreto, ma in tempo fidato di sogno e ha ricevuto i meritati allori.. Allora che cosa è la vita, è necessario seguire la mente, e il lavoro per il cuore? Così dovrebbe essere la conclusione, a mio parere, molto ambiguo.

In ogni caso guardare il film vale la pena, almeno per ripensare le proprie risposte a domande antiche.



Nuova recensione: Monologo 24.12.2017