Nuova recensione: Matrice di tempo 05.11.2017



In generale, l’impressione di un film prodotto. Anche se io non sono suscettibili di persone in recente e con difficoltà di controllare i primi 10-15 minuti di hollywood «capolavori».

Qualcuno dirà che è una patetica parodia del «Giorno della marmotta» ed è giusto (per me). Non vale la pena di confrontare il «Giorno della marmotta» con questo film, perché questo film, in primo luogo del dramma. E «il Giorno della marmotta» è попсовая classico, nello spirito del suo tempo. Pianta oggi i 18 anni di un ragazzo vedere «il Giorno della marmotta» e non durerà più di 15 minuti. Non è necessario imporre alla gente la si ispira nostalgia opinione. Ho espresso le sue prime impressioni, dopo aver visto questo film.

Direi che non è una cattiva prova, affrontare il problema di indifferenza e di cinismo nella nostra società. Inutile dire che questo tema è un plagio? Penso che la gente interessano i problemi, contribuiscono a un buon affare. Non voglio aggrapparsi ai dettagli in questo quadro, taka come l’autore, ha presentato la sua visione di questo problema in modo semplice e accessibile, per oggi lo spettatore — consumatore. Se la mostra artisti a me qualcosa piace, difficilmente sarò a pensare che la tecnica del pennello usato artista, se in un quadro di difetti tecnici e tira da lei plagio.. No. Mi ha, in generale, mi piace e mi provoca emozioni. Questo per me è importante.

Con finale l’autore ha perfettamente ragione, spesso, quando hai qualcosa capisci, capisci quanto ti sbagliavi — già non può risolvere nulla. E per il personaggio principale.. Perché non è importante che sia riuscita a risolvere qualcosa, e quello che è diventato quello che è in realtà. Ma per lei tutto era troppo tardi. E non è la provvidenza di più — è un caso che può succedere a chiunque di noi.

Colpa mia se il personaggio principale è che era così. Credo di no. Scusa l’educazione dei genitori, l’influenza della società e dell’ambiente. Vorrei inviato così la promessa di un pubblico più adulto. Gli adolescenti vivono in negativo di coltura, si adatta sotto di essa. Il bambino stesso si costruisce? No. Il bambino influisce l’ambiente.

In sintesi: l’impressione generale è positiva. Ma non per molto, come una goccia di bontà, in un «mare» di negatività.

Consiglio di guardare le persone, configurato il dramma.

8 di 10



Nuova recensione: Matrice di tempo 05.11.2017