Nuova recensione: Matilda 04.11.2017



Il rumore e gli scandali intorno a questo film negare eventuali aspettative da lui. Se non sei un esperto di quel periodo storico, non sono un fan del regista o di qualcuno del cast, ritrovi in una poltrona di un cinema assolutamente non comprensivo di cosa aspettarsi. Rare le prime recensioni non sono riusciti a convincermi, se ti piacerà «Matilda». Secondo me, con questo atteggiamento è molto appropriato venire in complesso di intrattenimento, dove si trova e selezionato cinema.

Fin dalle prime scene fanno capire che ben investito un sacco di bei costumi, gli interni, completamente inerenti alta nobiltà dell’impero Russo. Ma molto più importante, che subito mostrano in che modo sarebbe opportuno a questa bellezza trattare — come эпатажному d’ «кинцу».

Lo script scritto prima con l’accento sulla Matilde (che si riflette nel titolo), poi il regista ha deciso di dare più spazio alla figura di Nicola II (che nel film questo che chiamano Nicky), e poi навернули ancora e mistica con una pseudo-detective della polizia di linea (quando l’ufficiale senza successo indossato con il caso di stato di importanza, oh, cioè, dietro la ragazza, quasi da solo). Non c’è da stupirsi che in uscita potrebbe risultare un po ‘ strana poltiglia parte della storia e dei dialoghi, debole divulgazione dei caratteri capitolo eroi, ecc

Che, a mio parere, ci sono riuscito bene — la principale linea di amore. Anche se in tutto il resto è difficile da credere, la passione, la chimica, che deve essere presente tra appassionati tra loro persone di tale portata, — nella seconda metà dipinti percepito onestamente in termini di trasmissione di emozioni. Quindi si può tranquillamente affermare che il dramma davvero nel film ci sono, e non solo nel suo finale.

La voce di Nicola, che si è tenuta Maxim Matveev, così вкрадчива, nella sua voce, a volte tanto profonda paterno preoccupazioni che inevitabilmente fantasie, come al suo posto suonerebbe un attore, un volto che mostra un primo piano. Cioè, ti rendi conto che in questo momento vorrei una maggiore corrispondenza tra il visibile e suona emozioni.

Piaciuto come sono riuscito a collegare la fantasia script reali eventi storici. Ancora, una certa grandezza da quella storia del nostro paese esprime.

Il re, il balletto e anche gli orsi nel film ci sono; solo armi russe manca per completare l’ultima prestazione della Russia. E se dal contenuto di tornare alla forma, credo, su una splendida bellezza scena dell’incoronazione di molti spettatori insieme пооткрывают bocca.

Anche se qualcuno potrebbe rimanere insoddisfatto «Matilda» a causa di aspettative di grave cinema, ma se sarà in grado di valutare предоставившуюся la possibilità di ridere a voce molto molto deluso non se ne andrà.

PS Riguardo i sentimenti dei credenti difficile fare previsioni. Le persone profondamente credenti e con la testa sulle spalle possono trovare le giuste personalmente fonti di recensioni.

6 di 10



Nuova recensione: Matilda 04.11.2017