Nuova recensione: la Vita di questo ragazzo 15.11.2017



Credo poco a chi non è d’accordo, che l’attore hollywoodiano Leonardo di Caprio incredibilmente di talento. Sfogliando i suoi primi lavori sono ancora più convinto, che non ha un buon лицедеем, e letteralmente è nato così. Stabile passando cicli sua professione e gradualmente lasciando dietro di sé e bambini, e giovani, e i giovani il ruolo di, Leo è molto fluido e si trasferisce nella sua fase matura, e non ho dubbi che dopo di lui, egli è degno prenderà e il prossimo. Apparentemente, dietro un mucchio di belle opere, ognuna bella a modo suo, ma l’attore non si ferma, e guardando con attenzione al prossimo progetto, colpisce dritto al bersaglio, dando come sempre un ottimo riferimento all’immagine su uno sfondo interessante narrazione. I suoi primi dipinti non fa eccezione. «Nella vita di questo ragazzo» ancora giovane Dicaprio avuto la fortuna di giocare in un duetto con te Robert Deniro. E lui non ha colpito in faccia, — diventando per amato idolo di una splendida visualizzazione partner, l’attore stesso è diventato un idolo per allora loro coetanei.

Questo nastro racconta la storia di un mondo dell’infanzia. Difficile, a volte molto pesante, spesso divertente, e, naturalmente, è sempre triste. Non c’è nulla di più originale. Il protagonista del film non è un bambino malato, che deve combattere non solo con l’ambiente circostante, ma anche con una grave malattia. Lui non è cresciuto per strada, inciampare in giro per le strade notturne in cerca di droga, che, tra l’altro, di Caprio poi ancora riuscita a sopravvivere nel «Diario di un giocatore di basket». Bene, infine, il suo eroe non qualche ragazzo africano dei paesi del terzo mondo, cade nelle mani dei terroristi, che rovinano la vita e spingono sulla strada della disperazione. Toby Wolf ragazzo normale, che dopo il divorzio dei suoi genitori rimane per la cura della madre e viaggia con lei per il paese esattamente finché quella non sposarsi. In patrigni a lui va aggressivo perdente Dwight, che strappa tutto il suo male al ragazzo, lenitivo dentro di sé un vulcano ribollente ricordo della propria inadeguatezza.

Queste storie un numero enorme, e su eventi reali, come in questo film, e per falso. È già tanto dei suddetti è stata pronunciata, che difficilmente visualizza darà qualche rivelazione. E ‘ compito di ogni creatore è interessante il deposito di materiale. Non posso dire che Michael Кейтон-Jones (regista del nastro), è riuscito a dare un quadro un po ‘ una caratteristica particolare, che certamente ha stanziato sarebbe tra gli altri dello stesso genere. Qui il tono puramente melodrammatico, la narrazione piacevole, nonostante il fatto che il film copre un paio di anni, la colonna sonora è abbastanza подслащен e sterile regia ci rimanda più in indiscutibilmente affascinante, ma ancora un po ‘di mondo patinato di hollywood melodramma anni’ 90, piuttosto che in una dura realtà, ожившую sullo schermo grazie senza compromessi di stile dell’autore. Quindi c’è ancora la pena di notare che il cinema di fronte a noi l’ultima. Ma questo non influisce sul fascino. Due ore di cronometraggio completamente non-pesa — il destino dei personaggi osservare interessante. E la promessa è molto incoraggiante — non importa quanto sia difficile il tuo modo all’inizio, l’importante è passare il suo dignitoso e di tutte le forze di guidare sulla strada giusta. Guardare «la Vita di questo ragazzo» è come ascoltare la storia di un vecchio caro amico con una tazza di caffè caldo in un bar accogliente.

Ma mi permetto di tornare al principale attore del film. Non so neanche chi ama di più — deposito di Caprio, o di Caprio fotocamera? È così naturale in tutte le sue immagini, che sembra — di fronte a noi non è un comune mortale, e vissuto decine di vite di persone. Toby e decisamente versatile. Molto spesso i personaggi sembrano artificiali — alimentati sbilenco. Qui, vediamo il vero, dal vivo una persona che ha vantaggi e svantaggi, non richiede a se stesso di pietà, che è molto importante, e che è molto accattivante. Dicaprio delicatamente consente al personaggio di crescere, non stiamo andando a bruschi e falsi cambiamenti nel gioco. Ed ecco a proposito di lavoro Deniro avuto una duplice opinione. No, forse il vero Dwight e la verità era così isterica e stupido pagliaccio, e l’attore che come sempre ha commesso magico reincarnazione, ma ancora, come sarebbe piaciuto vedere più ambiguo del soggetto da cui proviene l’imprevedibilità. Bonus stesso nella foto sono ancora abbastanza giovani e «verdi» Tobey Maguire e Carla Gugino — sono molto piccoli ruoli, ma come diavolo e ‘ bello osservare i giovani doti, che allora ancora solo dovuto regalare al pubblico un sacco di interessanti e memorabili ruoli.

P. S. Un’altra storia di una difficile adolescenza, scattata da eventi reali, che non senza l’aiuto di un protagonista della pittura, giocata il beniamino del pubblico di Leonardo Dicaprio, può essere ritardata in memoria e la fantasia del cuore. Nonostante la gravità della narrazione, lo stato d’animo del nastro leggero e aereo, da cui aspettarsi un forte dramma sociale non vale la pena. Questo è il film per elevare lo spirito, e non per una profonda riflessione.

7 di 10



Nuova recensione: la Vita di questo ragazzo 15.11.2017