Nuova recensione: la Leggenda di Коловрате 23.12.2017



Buon pomeriggio a tutti!

Dopo il «Vichingo» e «Levriero» sono stati i timori di vedere un’altra porzione di merda in indirizzo la nostra storia complessa. Fortunatamente i timori non si sono concretizzate. Molto brevemente valutare il film è la frase: «Коловрат» bravo, epico, ma …». Purtroppo, questi «Ma» diversi, quindi ha senso iniziare con loro.

«Finitura» regia di dipinti, Джахонгир Хабибуллаевич Файзиев, nel suo vasto intervista per il film è stato espresso un semplice, ma ho un pensiero: «il Pubblico, che di storico film cercando di imparare la storia, per me sono stupidi». E ‘ buffo, vero? Ma rimosso ogni responsabilità per trama non del bacino. Dicono, io la vedo così, e se qualcuno non è d’accordo, non è un mio problema. «Chi vuole conoscere la vera storia, quella dovrebbe andare in biblioteca e leggere libri di testo e le fonti primarie». Si tratta della stessa intervista Файзиева. E perché i diritti dell’uomo. Pienamente d’accordo con lui e l’altro il nostro «maestro» — di Andrey Zvyagintsev, che è ancora più apertamente che trasmette generalmente non legge le opinioni degli spettatori, particolarmente critici, come si può, e se dovrà accontentarsi. Questo è importante «Ma» un film sul Коловрате (e non solo di questo film) — non importa, che vedrà lo spettatore.

Così come i principali eventi conosciuti dalla storia, può essere un po ‘ influenzare la trama. Allo stesso tempo, più piccoli «ma» in fila come segue:

1 — Amnesia del protagonista. Con contusione è così «simpatico e umano». La cosa importante, più forte collegarlo prima di andare a dormire, e la mattina per raccontare la storia.

2 — Tinti, come le puttane, ордынцы. «Ottimo» trucco — l’ultima moda Oriente. Molto A Lungo Raggio.

3 — «Eroici» плутания protagonisti in una tempesta di neve. Che non diventi un ostacolo per l’enorme tartaro truppe. Quelli lentamente è venuto, tutto distrutto, bruciato, hanno uccisi tutti e se ne sono andati. Beh sì, non sono locali e, inoltre, molto in fretta.

4 — Биоробот, egli stesso un mutante, egli stesso — orso, egli stesso — Потапыч. A fossero in realtà non cade, il nemico strappa a pezzi. Ma non è la sua guerra, vai, Потапыч, vai. I difensori dei diritti degli animali insieme applaudono.

5 — Slitta a vela. Non aggrapparsi — pianura russa divertimento. Loro e fieno non è necessario. Molto separatamente. Anche se, deltaplano sarebbe stato ancora più interessante.

Ok, gli ultimi punti — solo una contestazione ai tentativi degli autori di rendere l’arredamento nel film più artistica ed emotiva. Ma con amnesia di troppo, in cui Коловрат posti non era tanto «vivo», quanto divertente, e, a volte leggermente silly. Sopra di lui periodicamente ridevano compagni d’armi, e il pubblico in sala ridacchiando. Semantica di carico, che è stato investito nel suo «amnesia», non è chiaramente in linea generale la percezione del personaggio principale, come un abile guerra, il leader, e come Protagonista di leggende e storie. È vero, ci sono le opinioni di singoli compagni, che vedono nella sua incosciente di un simbolismo e profondo significato nascosto. A quanto pare nascosto così profondamente, che una volta non si riesce a vedere.

Piuttosto che le cattive notizie. Le osservazioni più che si sovrappongono dinamismo della trama e la sua эпичностью. Il film sembra un gioco da ragazzi. Probabilmente, qualcuno di storici-rievocatori углядит storici incongruenze in armi e armatura, qualcuno — abbigliamento e paesaggio. Ma la massa di spettatori su queste piccole cose non presta attenzione, perché non rovinare la percezione generale. Messo in scena duelli corpo a corpo, a mio parere, non è peggio di quelli di hollywood opere, stunt duramente dall’anima. Forse, alcuni elementi di scenario sembrano лубочно e cartone — film è infatti girato quasi completamente a padiglione. Un sacco di computer grafica e in fondo è buono (tranne gli orsetti).

Se mettiamo da parte la cronica contusione, il Protagonista si è rivelato abbastanza lungo e aperto. E ‘ un Eroe. Credo debutto del giovane attore Elia Малакова ha avuto successo. E, sorprendentemente, lui è originario di Rjazan ‘ (come e Коловрат). In generale, per la selezione e attori pretese quasi non c’è. Solo il personaggio di Tony Serebriakova sembra simile a tutti gli altri suoi personaggi degli ultimi anni — che-tristemente alcolica, con un tocco di dramma. Naturalmente, questo è un parere soggettivo.

Alla fine il film si è rivelato buono. Il punteggio poteva essere molto più alto, non sia nella sua trama così controverse decisioni. Bisogna guardare. E poi tutti in libreria e su internet, leggere libri di storia. I personaggi hanno bisogno di sapere.

7 di 10



Nuova recensione: la Leggenda di Коловрате 23.12.2017