Nuova recensione: la Gente sotto le scale 27.08.2016



Il film ha ricordato un famoso film commedia «Uno di casa», e non a caso. Ho cominciato a guardare questo film molto duro, e alla fine c’era la sensazione che ho rivisto la commedia. Tensione perso una volta, come è iniziata azione. Film horror? Sul serio? Era una parodia horror. La maggior parte del film me ciò che sta accadendo sullo schermo divertiva. Alcuni giustifica il fatto che il film nel 1991.

Dignità di un film. Loro piccolo.

È una buona idea. Lei, naturalmente, non è nuova. La casa misteriosa, in cui qualcosa o qualcuno si nascondono. Intrigante, voglia di guardare avanti. Che cosa c’è?

Musica. In alcuni luoghi irresistibile e «ricorda», che sullo schermo un film horror. Ma qua si sente un violino. Thrash. Ora, come già di suo non uso.

Mi sono piaciuti i personaggi. Ma… essi non corrispondono genere di film horror.

Buffone

Ragazzo supereroe. Quando crescerà, sarà probabilmente Rimbaud. In qualche altro film (tipo «Uno di casa») sarebbe bene integrato. Non ho visto né la paura, né paura nei suoi occhi. Innaturale coraggio. Un’immagine positiva, ma si tratta di un film horror.

Alice

Ragazza carina. Per lei ero preoccupato. L’immagine universale, molto adatto per un film horror.

Leroy

Giocherellone. Carino l’immagine. E a che serve?

Scarafaggio

In teoria (dato che di fronte a noi un film horror), questo eroe deve suscitare antipatia, avversione. Ma è successo il contrario. Durante il film cominci a entrare in empatia con lui. Il suo истошные grida, credo, non fanno paura. Per un film horror infruttuoso ruolo.

«Papà» e «mamma».

Beh, questo è pieno di thrash. Davanti a noi il signor e la signora del Male. Smorfie (esagerazioni), quello stupido costume (papa’), inadeguate le emozioni…

Alla fine il ruolo di ciò non si è rivelato.

Inoltre nel film un sacco di altri «scorte».

Come è stato possibile salire in casa di qualcun altro senza intelligenza in pieno giorno e camminare su di esso come un viale?

Un ragazzo di 10 anni entra in lotta con un enorme rottweiler, ed esce vincitore. Di tutti i problemi.

Stupidi trucchi. Che da solo vale un calcio nelle palle.

Il film spenti, divertito. Ma come film horror — nessuna.

5 di 10



Nuova recensione: la Gente sotto le scale 27.08.2016