Nuova recensione: il Movimento verso l’alto 29.12.2017



Russi distributori fatto davvero la scelta giusta, eseguendo principalmente il numero a destra prima del Nuovo anno non tifo commedia, e basato su eventi reali sportiva dramma «il Movimento verso l’alto».

La storia di come alle Olimpiadi di monaco nel 1972 (la stessa dove i terroristi hanno attaccato degli atleti israeliani) sovietici atleti, provenienti da tutte le parti «premute» «più umana del mondo sfilare» per tre secondi finali contro gli americani nel loro essenze sport — basket, filmare da tempo dovuto. Ci sono pittoreschi personaggi, come il dramma! Anche se, il sospetto, la parte drum sceneggiatori «abbellito» e «esagerato», ma la maggior veridicità della trama e dei personaggi lasciato (ho controllato su internet). Alla fine l’atmosfera di avere un quadro ineguagliata. Lei fa solo innamorarsi di basket, che io non ho domandato, e così durante la visualizzazione al cinema di preoccuparsi per il risultato concluso 45 anni fa la partita, come se da questo dipende la mia vita. Beh non è cool?

In generale, il genere di sportivi байопиков non per niente già una ventina di anni in tutto il киномире sta vivendo un autentico rinascimento (da «la Favorita» e «Combattente» prima i nostri «Leggende N17» e «Match»). Dopo tutto, si sta costruendo per i nostri emotivi piedistalli vittoria, che infatti sono stati, che sono espressi in oro e altri metalli nobili, e mostrano che è impossibile no! Che raggiungere il successo possono anche quelli che inizialmente anche gli amici e, soprattutto, il boss non ha messo. E la glorificazione di fiducia in se stessi — è, comunque, di affermazione della vita promessa, comprensibile a tutti e di ciascuno.

Sparato «il Movimento verso l’alto» Anton Мегердичев nel suo постановочном squadra ha buone «Metro», «la Battaglia con тенью2: la Vendetta» e «Dark world in 3D». Ma nel basket film è, a mio parere, saltò sopra la testa — non per niente il предпремьерном sfilata a Mosca il pubblico dopo la visione applaudito il film in piedi. A me la premiere di vladimir «Киномаксе» anche voluto alzarmi e расхлопаться ore là in mezzo. Naturalmente, in questo il grande merito del già citato sceneggiatori e magnifico casting dramma: Andrea Смолякова, Ivan Kolesnikov, Marat Башарова, Sergei Гармаша e molti altri. Né un fallimento ruolo in «Movimento verso l’alto» no — caste impeccabile, molto preciso e … sincero… Allenatore di basket della squadra nazionale dell’URSS Гаранжина (in realtà si chiamava Vladimir Кондрашин) ha giocato un meraviglioso Vladimir Mashkov, che ha dato in questa immagine personale dramma in piena crescita, come solo lui sa fare.

Un’altra buona sfumatura dipinti — ci si concentra su ciò che è storico e, come tutti, tranne l’allenatore sembrava impossibile vincere «forgiato» atleti di diverse nazionalità. Non so voi, ma mi piace di questa promessa — quando siamo insieme con i propri cari a noi per obiettivi e spirito di persone (non importa di che colore hanno gli occhi, i capelli, la pelle e quali sono i loro nomi), anche l’impossibile è possibile. A meno che, naturalmente, tutte queste persone alla fine si rendono conto che nel mondo ci sono tanti soldi, per cui varrebbe la pena di tradire «i suoi». Gente, mi spiace per просторечность, ma mi basta «correre» da questo film.



Nuova recensione: il Movimento verso l’alto 29.12.2017