Nuova recensione: i Tre moschettieri 08.11.2017



Cinematografici in modo tradizionale questo spettacolo è un po ‘ simile. Bianco e nero (e questo nel 1959???) e a giudicare dalle scenografie e l’interno è più simile a teleplay e non di un romanzo, ispirato al romanzo di A. Dumas. Ancora devo più fidarmi del mio sesto senso. E ‘ proprio chi non guarda. Ma male presentando la splendida Jean-paul con il suo «гасконской» fisionomia nel ruolo di D’Artagnan e naturale curiosità ha preso il sopravvento. Il risultato negativo e frustrante ricevuto in pieno, anche più di quanto mi aspettassi. La trama è banale. Ritorno moschettieri di diamanti pendenti francese la regina. Se qualcuno sente prima di questa storia, di leggere il romanzo di A. Dumas «i Tre moschettieri». Jean-Paul Belmondo qui lontano non era fantastico. Una sorta di rigidità nei movimenti e le espressioni facciali, forse bello gli impedisce registrato guascone naso. In una parola non Belmondo e non D’Artagnan, così… un moschettiere.

A quanto pare il regista alla fine врубившись che qui non qui, in generale ha smesso di girare il suo vicino e contrariamente al senso comune, è diventato un imperdonabile per un lungo tempo di ritardare la fotocamera su personaggi secondari di questa meraviglia non professionale in tutte le forme televisiva messa in scena e che, tra l’altro, non sembrano molto meglio nella ripresa, che il personaggio principale. Si era avvicinato estremamente angusto team creativo. Più o meno riuscito il personaggio di un re. Sorpreso storici экскурсами e sceneggiatura. Mi chiedo in quali «archivi segreti» questi ragazzi hanno scavato i dettagli dell’omicidio del duca Бэкингема. Credo che l’autore del romanzo (se avesse improvvisamente risorto) e che è molto riposo trattato con i fatti storici e le date, lo stesso sarebbe interessante saperlo. Si può ancora lungo e noioso parlare di questo triste spettacolo, ma non vedo in questo senso. Così come vantaggi non sarà, in generale, e di negatività e ‘ abbastanza. Forse il peggior adattamento cinematografico del romanzo mi aspetta (anche se peggio di così),ma ad oggi, dei visti, e li ho visto tutti che ci sono già dal 1916, è la peggiore. Ed è un peccato. Perché? Sì, perché di cattivo umore non è il risultato che ti aspetti da un piacevole in tutti i modi disponibili, come il film.

1 di 10



Nuova recensione: i Tre moschettieri 08.11.2017