Nuova recensione: Guaritore 11.11.2017



Incredibilmente toccante, gentile e valvolare film. Di quelli che rimane dopo un piacevole retrogusto, dopo di che più a lungo pensi di trama e personaggi.

Da un lato la storia si basa sul semplice e anche un po ‘ ammaccata fantasy trama. Sono un ragazzo semplice, stupido, ha un sacco di problemi e non ha molto senso nella vita. Improvvisamente si scopre di essere invitato a un appuntamento con lo zio, promette di coprire tutti i suoi debiti, di cui ci sono un sacco di, in cambio di abbastanza semplice cosa: il nostro e ‘ un caso disperato, un donnaiolo e sfortunato imprenditore deve tornare a casa antenati in una piccola cittadina, si trova nel territorio di un altro paese, e vivere lì, esattamente un anno. In un modo o nell’altro, la protagonista decide di andare, e già sul posto ha trovato alcuni strani poteri, e inizia una serie di prevedibili, ma molto simpatici eventi che cambieranno tutto. Verranno poste domande importanti, a loro sarà dato non e risposte evidenti.

D’altra parte — ciò che sta accadendo sullo schermo così chiaramente costruito e così bella sembra che è impossibile staccarsi, nonostante una certa lentezza della narrazione. Bei paesaggi, musica soft facile, semplice dal vivo le persone con le loro emozioni, le speranze e i problemi. La ciliegina su questa torta risulta Camilla Ладдингтон, l’eroina di cui adorna di un campo visivo, che accompagna il protagonista e aiutandolo in tutti.

L’emozione di vedere ho molto strana. In questo nastro nulla doveva ingranare; sì e tecniche classiche, chiamati a spremere una lacrima, anche in questo caso non sono a capo di un angolo. Nella foto si alza una vasta e un set standard di fatto: la religione, l’omosessualità, la morte, la malattia, le relazioni. Ma tutto è così aria, senza eccessi e l’eccesso di gravità, che inevitabilmente dopo i titoli di coda rimangono solo il positivo e il sorriso.

9 di 10



Nuova recensione: Guaritore 11.11.2017