Nuova recensione: Fortunato 13.11.2017



La possibilità di vedere un film al cinema ha fornito il festival internazionale di cinema d’autore «Clique Fest», ha iniziato il 9 novembre la 7 giorni di attività. La sala era piena fino a scoppiare!

Diciamocelo, un po chi ha familiarità con il nome di «Harry Dean Stanton». Mi ricordo il nome una volta, come ha guardato «Alien». Il suo eroe non la fortuna di essere il primo uomo che ha ucciso il cresciuti alien. Confesso che non conosco con фильмографией di questo attore. Ma posso scrivere che era follemente memorabile caratteristico di un attore di secondo piano. Dovunque andasse, una volta узнавались sua esile, visione e una faccia seria.

Sceneggiatore Logan Sparks chiama il film «un uomo Fortunato» «lettera d’amore di Harry Dean Stanton». Per la prima volta si sono conosciuti sul set di un film TV-show «Grande amore», quando Sparks è stato responsabile di quello, per portare e portare via attore. Stanton ha invitato assistente presso il trailer, per fumare una sigaretta, poi alla festa. «Ha sempre detto: è Logan, lavoriamo insieme. Per lui eravamo coetanei». 15 anni più tardi Stanton è stato testimone al matrimonio di Logan, che ha chiamato suo figlio in onore di un amico.

«Ragazzo fortunato» è anche un omaggio, il canto del cigno e triste nota. Quindi pianura del cinema, sotto una birra non posso vedere, anche se tutto è stato girato in 18 giorni. Il film e chiede al confronto con «Paterson», che è stato visto da me esattamente un anno fa, nello stesso festival. Questa è esattamente la solita routine 90-anno-vecchio uomo, che non per anni vispo e attivo. Yoga, cruciverba, show TV, bar, conversazioni con le persone. Pensieri di morte imminente.

Anche se Stanton e incessantemente lavorato, protagonista in più di 200 film e spettacoli TELEVISIVI per il loro 60 anni di carriera, il «Fortunato» ha interpretato il ruolo di protagonista per la prima volta dai tempi di «Paris, Texas» (1984). Stanton sapeva che avrebbe potuto ottenere altro lo sviluppo della carriera dopo l’uscita di questo film. Ha detto «potrei essere notevolmente più ricco e più famoso, che voleva».

Il bordo del cervello è possibile anche scorgere qui una parabola sulla solitudine e sull’invecchiamento, quando senti che l’ora è vicina. Ma come non interessa. Si tratta di un film intero su Harry Dean Stanton. E ‘ il re, e intorno al suo entourage, in cui anche David Lynch. A proposito, Lynch non cambia se stesso. Con lui è legato презабавнейшая storia con la tartaruga. Avete davvero la possibilità di dire addio con l’attore. Anche sorprendente, che morì proprio dopo questo film.

Anche Stanton confessato Sparks, che è stato circondato da produttori, che gli ha offerto di tutto il mondo su un piatto d’argento dopo «Конфискатор» e «Paris, Texas». «I produttori mi hanno offerto più soldi, più le ragazze e più gloria, che ho solo potuto immaginare. In fondo sentivo che questo patto con il diavolo. Così ho sterzato tutto questo».

Se sentiva che c’è una questione in sospeso. Nonostante il fatto che Harry Dean Stanton in una cornice simile a secco mummia, ha comunque rende tutto bello e chiaro. Adoro questo genere di film, in cui mostrano piani America, quella vera, che se. Non è New York e Los Angeles, e cioè i luoghi in cui vivono gli americani. L’immagine di Stanton è l’incarnazione tradizionale americano conservatore устоем e il desiderio di rimanere nella loro terra.

Stanton, che era in buona salute durante il lavoro sul «ragazzo Fortunato», ha lottato con l’infezione nel corso di pochi mesi prima di morire. Anche se dietro di lui ed è stata condotta la cura, l’attore si stava preparando alla morte. «Abbiamo continuato a credere, che apparirà nella premiere. Non ha visto la versione finale del film, ma ho avuto il tempo di mostrare il trailer, la scena con Lynch e l’ultima scena. Gli è piaciuto».

Alla fine Harry Dean Stanton rompe la quarta parete e dopo guardando fisso un gigantesco cactus intensamente guardare la telecamera. Questo sguardo penetra istantaneamente. Senza ulteriori indugi, si è rimesso con noi, chi vedrà mai questo film. Senza parole e movimenti bruschi. Solo uno sguardo. E il sorriso. Caldo sorriso, parlante, che tutti moriremo, ma cerchiamo di non pensare a lei, finché viviamo. Vivere la vita come Harry Dean Stanton? Perché sì. Riposa in pace.

Harry Dean Stanton svolge un totale di libera versione di se stessi, come scapolo e ateo, che continuamente fuma, va in giro in mutande, ogni giorno si occupa di yoga e guarda la tv. La filosofia di vita di Stanton è riflessa in un film. «Era profondamente spirituale, che è al 100 per cento era sicuro che Dio non esiste, e invece è solo il vuoto. Considerato che siamo tutti di scomparire nel nulla, dice Lynch. — È profondamente aderito a questa visione del mondo».

P. s. Incallito scapolo Harry Dean Stanton nei primi anni ‘ 80 si è incontrato con l’attrice Rebecca De Mornay, che credevo fosse l’amore della vita. In linea di principio, lo stesso vale per Настасье Kinski e Deborah Harry.



Nuova recensione: Fortunato 13.11.2017