Nuova recensione: Domenica a Ville-d’Évreux 27.08.2016



Sua madre è scappata con il mago, il padre e la nonna non ha bisogno e ora vive in un collegio. Lui, accusando se stesso per la morte di un bambino, ora soffre di amnesia e latente depressione. La storia di amicizia di un pilota di caccia Pierre e 12-anno-vecchia ragazza Francoise-Sibel affascina incredibilmente timido e tuttavia estremamente delicato appello a questo disagio e, di solito, ханжески percepita dalla società tema. In ogni caso, osservando incredibilmente gentili e aperti relazioni di questi due a modo loro singole persone un modo o nell’altro non c’è alcun dubbio nella loro esclusiva sincerità e непритворстве, mentre insensibilità e la mancanza di comprensione da parte degli altri, sicuramente, lascia un retrogusto sgradevole. Perché in realtà il protagonista è rimasto solo con i suoi più profondi pensieri e sentimenti, non il coraggio di rivelare a nessuno il suo segreto.

Parlando di film e ora ancora in francese di produzione, non si può non notare il lavoro in quel momento, di 12 anni di Patricia Gozzi. Senza dubbio, l’attrice brillantemente superato con il suo ruolo di lasciare e lasciata parenti, ma non è così solitario alla luce il suo primo amore giovanile ragazze, i piani che sono stati altrettanto grandi quanto e fattibili. E credo, non è esagerato dire che la giovane Patricia Gozzi ha dimostrato qui è degno di recitazione e ha giocato affatto non peggio, e in alcuni episodi, forse, e meglio, la giovane Ana Torrent del film «Выкорми corvo» di Carlos Сауры o nella foto con temi simili «Nido» di Jaime de Арминьяна.

Il film di Serge Bourguignon nel 1963 meritatamente si aggiudica il primo premio oscar, inoltre, è stato nominato in due categorie, ma, purtroppo, è rimasto poco conosciuto per il pubblico, come, del resto, già citato sopra meravigliosa e molto gentile nastro «Nido» del regista spagnolo. Calcolati sulla attento e riflessivo visualizzazione, questi film, si spera, ancora troveranno il grato spettatore.

8 di 10



Nuova recensione: Domenica a Ville-d’Évreux 27.08.2016