Nuova recensione: Colazione da Tiffany 26.12.2017



Mi chiedo perché è così raro per esterno appeal eroina del romanzo di Capote, e in particolare del film, il pubblico perde quanto è triste la storia di rustico credente, la ragazza che non ha il familiare di un lavoro di routine e ingannato le luci di una grande città ha lasciato la sua famiglia (con bambini, se la memoria non mi inganna) ed è diventato quasi una prostituta e tutto questo in un familiare a tutti il tentativo di riempire con qualcosa di vuoto interiore. Film con tutti i mezzi di espressione sembra unicamente sul lato eroina, mentre la novella, mi sembra, dà spunti per la riflessione e la possibilità di trarre conclusioni da solo.

7 di 10



Nuova recensione: Colazione da Tiffany 26.12.2017