Nuova recensione: Borg/Mcenroe 31.12.2017



E ‘ tutto molto strano. In un anno, quando sugli schermi, dopo dieci anni di produzione dell’inferno, a capofitto! Justice League, quando vanno tanto atteso ottavi episodi di tali franchise come Star Wars e una Sega, quando Denis Villeneuve è risolto dirti cosa è successo a Rick Deckard nel 2049,… Molto strano riassumere dell’anno nel cinema, e venire a rendersi conto che nessuno di questi film non sono riuscita ad entrare in cima alla mia personale top dell’anno (anche se ammetto che avevo grandi speranze 2049, perché io sono un fan del libro originale «do androids dream of электроовцах?» e il suo adattamento cinematografico del «blade Runner», e un po ‘ meno per l’Ultimo Jedi), e il primo posto, meritatamente ottiene l’immagine che ho anche aspettato, ma non pensavo che sarebbe così elegante, di alta qualità e interessante.

Borg/Mcenroe è il miglior film del 2017. Senza varianti. Shia Labeouf uno dei migliori attori della modernità e ha ancora una volta dimostrato, e il regista del film di Janus Metz stato in grado di sorprendere e mostrare il confronto tra i due tennisti (!!!) in modo che la tensione in un piccolo ma accogliente sala polifunzionale di San Pietroburgo è volata in aria! Sorprendente è il fatto che sono più lontano dal tennis, ma cristo santo, è stata una battaglia del ghiaccio e del fuoco e questa battaglia, fondata, tra l’altro, su eventi reali, non mi ha lasciato indifferente. Sarà il tempo, essere sicuri di guardare il confronto Bjorn Borg contro John Mcenroe, questo è cinema con la maiuscola, anche se non per una vasta noleggio. Do it. Just do it.

9 di 10



Nuova recensione: Borg/Mcenroe 31.12.2017