Nuova recensione: Alice attraverso lo Specchio 30.08.2016



Essendo un tipo creativo (dipingo), sono una persona molto avidi sguardi e una bella wrapper, ma perché non poteva passare adattamento cinematografico di «Alice», come e passato molti altri film di Tim Burton. Dopo aver visto «Alice nel Paese delle meraviglie» ero solo felice — si può dire, mi hanno dato quello che volevo e ho aspettato. E, di conseguenza, perdere il sequel non riuscivo a — e di nuovo tutto!! Proprio una vacanza.

I film di Tim Burton è un discorso a parte. Allora, qual è l’atmosfera di magia e fiabe regna nei suoi film, che ti fa di nuovo sentire i bambini che spensierato guardare qualche cartone animato — è qualcosa! E, poiché, il sequel di «Alice» girato da James Bobin, ero un po ‘ preoccupato. Ma, come si è scoperto — invano! A quanto pare, lo ha fatto sotto la guida di Tim, così come c’è differenza rispetto alla prima parte non l’ho notato. Sempre lo stesso meraviglioso mondo magico Paese delle meraviglie è semplicemente affascinante. Guardi e basta e non ti accorgi di come vola il tempo (come simbolico). Soprattutto mi è piaciuto il castello di Tempo — tutti questi ingranaggi, meccanismi — sembra difficile e bello allo stesso tempo (come mi piace). Registica di lavoro perfettamente!

In «attraverso lo Specchio» ci mostrano ancora questa bella e già il mondo familiare. Ma il mondo non è tutto come prima — il Cappellaio non è lo stesso leggermente allegro stravagante, che era prima ora è lunatico, sì, questo è comprensibile perché si sente la mancanza della sua famiglia. Le nostre vecchie conoscenze: il coniglio, il gatto del cheshire, principessa Мирана e gli altri capiscono che la correzione può solo Alice, cui si deve ripetere più Tempo e cambiare il passato. Durante questo emozionante e pericoloso viaggio ci introducono nuovi personaggi di questo mondo, così come ha rivelato alcuni dettagli di una vita passata amici e nemici di Alice. Tutti i personaggi e così sono stati resi noti non è male, e in questa parte — ancora meglio.

La recitazione di alto livello, come prima. Johnny Depp talento giocare strambi, di prendere almeno Jack Sparrow. Beh, ma anche il Cappellaio semplicemente eccellente. A sua volta giocare cattive ragazze è già Helena Bonham Carter. Separatamente, rilevo Sacha Baron Cohen — prima lo conoscevo solo come Borat e, francamente, non poteva sopportare — così stupido film. Ma qui è un altro discorso. Il tempo — un gentiluomo. Pro resto del cast è niente di male a dire che io non posso, e non voglio. Totale: tutti gli attori al loro posto.

Accompagnamento musicale anche in quota. Vorremmo anche sottolineare e colonna sonora, che si svolge durante i titoli P!nk Just like fire. In questo film — anche titoli fatti con amore, beh, e, naturalmente, quello che è impossibile non menzionare: iscrizione dedicata ad Alan Rickman — grande attore. Io, quando ho visto i titoli di coda, sapeva che i suoi amici non possono non portare il suo omaggio.

10 di 10



Nuova recensione: Alice attraverso lo Specchio 30.08.2016