Nuova recensione: 13 ragioni per le quali 22.12.2017



Nella serie tv, mentre su un libro di Jay Escher «13 ragioni per le quali» (infame da Netflix), racconta di una ragazza suicida, che, prima di uccidersi, ha registrato 13 scomparti. A loro ha sottolineato 13 motivi per cui l’ha fatto.

Il protagonista di Clay Jensen (Dylan Миннетт) — estremamente suscettibili giovane. Lui è uno di quelli più persone che ci ritrovi tutta la serie. Insieme con lui, immersi nell’atmosfera della serie. Gli voglio credere. Credere in ciò che egli è così giusto, ragionevole, in tutti cercando di capire, parlare con tutti. Evita di controversie e conflitti. Si preferisce risolvere le controversie mediante conversazioni, e non di pugni. Proprio insieme a lui ascoltiamo misteriosi della rivista. E ‘ solo dopo l’ascolto di registrazioni, come ci è stato promesso, scopriremo chi ha ucciso quella ragazza suicida. L’unica cosa che personalmente mi era chiaro, quindi questo è quello che stava venendo in tutte le situazioni, riguardavano l’hanno o no; mai infilato il suo bel naso ovunque, dove non è a portata di mano, MA(!) quando si trattava di sua rivista.. o Meglio non è così. FINO a quando non arrivò fino alla sua rivista.

Il personaggio principale (quella ragazza suicida) Hannah Baker (Catherine Langford) — assolutamente affascinante, bella ragazza, non è simile a quella che è in grado così piuttosto audace e coraggioso.. Non sarò qui con i soprannomi per motivo di suicidio. Dico solo una cosa: ognuno ha la sua scelta. E ‘ il diritto di ogni persona. E quello che ha accusato tutto e tutti loro, apparentemente, molto piccola collisione problemi — questo è ovvio. Ma tutti siamo stati adolescenti. E noi in quei momenti, come Hannah sembrava che quelle più piccole cose e ci sono quelli orribili, orribili, mortali, mostruose проблемищи, che comporterebbe non è altro che la fine del mondo. Semplicemente ognuno affronta a modo suo..

Nella serie tv salgono abbastanza «curioso» (se così si può chiamare) i problemi della società moderna. In generale, a mio parere, almeno per questo già vale la pena di guardare questa serie.

Tutti gli altri personaggi sono abbastanza ambigui sentimenti.. Alcuni piace, altri odi, dal terzo aspettando qualcosa del genere, cosa aspettarsi tutto impossibile.. E assolutamente ogni personaggio speciale. Ogni «sentire» il suo eroe. Perché tutte le persone. Persone vere. Con le loro emozioni, le paure, i problemi, con il suo dolore alla fine..

Quindi, chi ancora ha ucciso Hannah Baker? La risposta è piuttosto semplice: sono tutti.

8 di 10



Nuova recensione: 13 ragioni per le quali 22.12.2017