Nuova recensione: 03.11.2017



Molto semplice l’adattamento cinematografico del romanzo cult, in cui gli orrori — non è importante. Non voglio tracciare un parallelo con il film originale del 1990, altrimenti sarà fatto, e non una recensione. Cerchiamo di considerare una nuova versione cinematografica così, se no il film ABC «È» (1990). Ma io non posso, ho 30+, quindi, al diavolo. Parallelamente saranno! Allora, che cosa abbiamo. Abbiamo adolescenza horror-ретровай кинодилогии con tutto un insieme di luoghi comuni dei film di questo genere anni ‘ 80 e i creatori non sono pentito per bambini e sangue, in modo che la fascia d’età 18+ completamente assolto. Il genere di simile giovanile e del pio suspense tornato sugli schermi lavoro fantastico Abrams «Super 8» (2011), che ha promosso stesso Spielberg, e il graziato, ancora un allora giovane El Фанинг. Il tema adolescenti paure, le preoccupazioni e difficoltà di crescita sullo sfondo di una lotta con il male, di nuovo affascinato gli spettatori in un cinema, come tanto tempo fa «a Nightmare on Elm street» o «Carrie», lo stesso Stephen King. In comune lo stile del film è chiaramente ispirato киноклассикой 1980 — in uno spirito di «stand by me» di Rob Reiner. Fortunatamente, l’atmosfera anni ‘ 80 è ancora in esecuzione.

Con tutto questo imbarazzante umorismo e ancora più angolare adolescente romanticismo, «Esso» sembra molto, dal punto di vista визуала e «ripieno», e ‘ carico di esagerato atmosfera appostamenti sotto il letto o nell’armadio, per paura. Ma è proprio per bambini. Il famigerato «screamer» già così cuciti in ogni horror di default, che qui lavorano e in abbondanza, ma dietro di loro c’è ancora qualcosa. Ben gonfiare il comportamento di suspense e molto luminoso cattivo (non Tim Curry ovviamente). Il guaio è che la suspense e paura al cinema, così di gomma concetto, che tra «gli Uccelli» di Hitchcock diciamo, e il giapponese «Chiamata», il divario di dimensioni con l’Alabama a criteri di ascolto comprensione слова’paura».

Apprezzeranno la rottura di un modello in un film in forma di incredibile crudeltà verso i bambini (откусанная mano, scolpito sulla pancia lettere, strappata a metà corpo), che da quasi tre decenni di cinema imposto tacito tabù, e c’è, bravo, e questo non chiama dissonanza cognitiva con bagno in piacevole pop-atmosfera anni ‘ 80 e i bambini in bicicletta. Ah sì Мускетти, ah sì, padrone.. Мускетти separata omaggio, perché, come regista, экранизирующий qualsiasi delle opere di King, sempre estremamente altamente a rischio. E poi c’è il film originale del 1990, è diventato grazie all’immagine Пеннивайза una leggenda.

Sempre in tema di: impetuoso «attrazione horror», fatto con un occhio al moderno genere di scuola a fronte onnipresente James Wan con il suo «Астралами» e «Incantesimi» lavora qui solo in negativo, замазывая volte radice film di suspense, deviando, anche se, sicuramente, senza orrore qui da nessuna parte. Ma come non molto terribile (ma non sto dicendo che non ha paura di niente), tutto questo ciclo di скримеров e bu-momenti. A un certo punto semplicemente troppo.

Per quanto riguarda il cattivo principale. L’immagine Скарсгарда diverso da Пеннивайза Tim Curry, che lo ricordava più di un clown-killer, слетевшего con bobine: qui Пеннивайз — una antica forma di male che King così ben interpretato nel romanzo. Costume pagliaccio al di sotto di diventare sua essenza e ricorda abiti fiera гаеров dei secoli XVIII-XIX. E anche qui, colpire il bersaglio. Anche se Пеннивайз e rappresenta il male assoluto, tenendo a bada i bambini Derry dai tempi della sua fondazione, non ha causa primordiale paura, stupore, che normale per adattamenti King, e qui nulla di nuovo. In generale, vale la pena di riconoscere (anche se io sono un fan di Пеннивайза Tim Curry), che Скаргарда si è rivelato molto decente, e soprattutto, il giusto antagonista, ma ancora non ti annebbia «Club dei perdenti», non si può dire di Tim Curry, il cui aspetto ogni volta non era solo parti piu ‘ terrificanti, ma e l’unica decorazione debole originale del film.

La mancanza di конформности amici e totale disinteresse generale adulti spaventa più di tutto il film. Un annuncio di smarrimento di un bambino tranquillamente incollano direttamente sopra l’altro, chiaramente dando capire che tutti a Derry, in generale ne frego di quello che sta realmente accadendo. La vera minaccia in stile maggior parte dei genitori dei loro figli. Il padre di Beverly o madre di Eddie, задушившая figlio della sua preoccupazione, взрастив in esso con una dozzina di fobie. Davanti a noi i bambini in un mondo che non è visibile agli adulti, questo è davvero esattamente dove primordiale paura in tutta la sua gloria per il giovane pubblico infantile e dell’adulto. Qui bravo!

Naturalmente, lo stesso, «È» vi farà вжиматься in uno spavento in poltrona, comprimere camme e chiudere gli occhi. Forse anche gustare attacchi di risate, perché è lo stesso caso, quando e spaventoso, e sembra che follia, il clown che è tutto… E nonostante tutto questo, si rimane molto insolito e non è peculiare senso, dopo la visione, apparentemente, di un film horror, quando i figli se ne vanno, e sullo schermo appariranno i titoli di coda.

«È» di più non è un film sul carismatico e inquietante clown, come era prima, di nuova generazione, si tratta di un film di crescita, di amicizia e di fluttuazione di infanzia, che ha investito nella storia e lo stesso Stephen King. Un tentativo serio per культовость.

7 di 10



Nuova recensione: 03.11.2017