George Miller ha vinto la causa contro la Warner Brothers 13.11.2017




Australiana кинопроизводственная società Kennedy Miller Mitchell (KMM), fondata dal regista George Miller e il produttore Doug Mitchell, ha citato in giudizio lo studio Warner Bros, che doveva pagare la società per lo sviluppo del film «Mad Max: fury Road», ma secondo KMM non ha completamente soddisfatto i loro obblighi.

Il dipinto è stato un lungo periodo di sviluppo, durato circa dieci anni. Secondo i calcoli Warner, il costo del lavoro su «mad Max» ha superato il budget iniziale. Tuttavia, come afferma KMM, le riprese del film sono stati modificati e anche rinviata a causa di una serie di decisioni prese la guida Warner, pertanto, per il superamento di bilancio responsabili stessi Warner. Inoltre, in KMM infelici, che la Warner ha stipulato un contratto di co-finanziamento con la compagnia di Brett Ratner RatPac Entertainment, non mettendo informare Miller.

Il processo è passato alla corte del Nuovo Galles del Sud in Australia, ed è stata risolta a favore KMM. La decisione del tribunale Warner deve pagare KMM bonus pari a 7 milioni di dollari. Gli avvocati Warner non è d’accordo con la decisione australiana tribunale di pagamento del bonus e l’intenzione di sfidarlo.

«Ci piacerebbe scelto di girare un film insieme con la Warner, invece di litigare con loro, dice George Miller. — Ma è già più di un anno non siamo in grado di raggiungere la risoluzione di una situazione e sono stati costretti a rivolgersi al tribunale».

Mentre vanno contenzioso, il destino del quinto film del franchise di «Mad Max» è discutibile.



George Miller ha vinto la causa contro la Warner Brothers 13.11.2017